EVENTI


Vai ai contenuti

Le disposizioni a tavola

Supporto > Matrimonio

Le disposizioni a tavola

Non bisogna trascurare di dedicare tempo, attenzione e tatto
alla disposizionedegli invitati, perchè è in buona parte da questo
che dipenderà la buona riuscita della festa.
Per quanto riguarda le posizioni, la regola dettata
dall'etichetta riguarda soprattutto le posizioni d'onore,
per gli altri invitati basterà fare ricorso al buon senso,
tenendo conto di qualche criterio basato sulle affinità
e sulla simpatia, evitando di concentrare sullo stesso tavolo
i personaggi più goliardici o le primedonne
evitando così di scatenare dei "terremoti".

Gesto doveroso sarà quello di provvedere alle
presentazioni fra le persone che non si conoscono.
Potrà farlo una persona di fiducia accompagnando
le persone ai tavoli oppure passando fra gli ospiti,
non appena avranno preso posto.
Tradizionalmente è prevista un' unica tavola ad E
oppure a ferro di cavallo dove la sposa siede al
centro del lato più corto con lo sposo alla sua sinistra
ed il padre di lui a destra; accanto al marito siede
la madre della sposa, quindi i testimoni, un uomo accanto
alla madre della sposa ed una donna accanto al padre
dello sposo e di seguito il tradizionale alternarsi di
signora-signore.
Se gli invitati sono numerosi oppure si decide
per una sistemazione degli ospiti con più tavoli
da 6 oppure 8 posti, si deve comunque provvedere
ad un tavolo d'onore tondo oppure rettangolare
dove prenderanno posto gli sposi con i genitori,
i testimoni, l'officiante ed eventualmente i nonni;
gli altri tavoli vengono disposti di fronte al tavolo
principale ed assegnati a gruppi per affinità (amici e parenti)
o per età.
Altra possibilità è quella di disporre un tavolo al centro
della sala occupato dagli sposi dai testimoni e dagli
amici più cari della coppia. La madre della sposa con
alla sua sinistra il padre dello sposo ed alla sua destra
l'officiante, il padre della sposa con alla sua destra la
madre dello sposo occupano un altro tavolo, eventualmente
con i nonni. Gli altri posti possono venire assegnati
liberamente agli ospiti.
Quando il ricevimento consiste nel pranzo importante
a tavola, è bene provvedere perchè all'arrivo degli ospiti
le tavole siano perfettamente apparecchiate, addobbate
e fornite di segnaposto con i nomi di ognuno.
I segnaposto riportano scritto a mano il nome dell'invitato,
e nel caso in cui non si abbia confidenza eccessiva anche
il cognome, comunque mai preceduto da titoli onorifici,
professionali o accademici ed è bene tenere pronto
qualche biglietto senza nome, pronto per eventuali
cambiamenti dell'ultimo momento che una persona di fiducia
effettuerà mentre verranno serviti gli aperitivi.






Home Page | Prodotti e Servizi | Supporto | Curiosità | Vision | Contattaci | Dove siamo | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu